La carenza di serotonina è la causa
dell'eiaculazione precoce? Sfatiamo qualche mito...

serotonina eiaculazione precoce

La relazione tra serotonina e eiaculazione precoce è una questione molto complessa.

Se navighi online, infatti, troverai tutto e il contrario di tutto.

Da una parte c'è chi sostiene apertamente che la causa dell'eiaculazione sia, molto semplicemente, una carenza di questa sostanza (perlopiù medici) e chi, d'altra parte, sostiene che la serotonina c'entri ben poco con il durare di più a letto.

Insomma, dove sta la verità?

Come vedremo, prima di rispondere alla domanda, dovremo sfatare qualche mito legato a questo argomento.

Se non comprendi i meccanismi che stanno dietro a queste tematiche, infatti, otterrai ben poco dalle tue ricerche.

Prima di iniziare, un'importante precisazione: non sono un medico, e per questo motivo non tratterò questo argomento in modo tecnico (anche perché, diciamocelo, non serve a una mazza...) né ti fornirò delle linee guida da seguire nel tuo caso specifico.

Quella che ti riporterò è la mia opinione (e la mia esperienza diretta) su questo argomento.

Hai una carenza di serotonina? Difficile saperlo...

Prima di iniziare, cerchiamo di intenderci sui termini.

La serotonina è una sostanza che viene volgarmente definita l'ormone della felicità.

Se proprio ci tieni a saperne di tutto e di più dal punto scientifico su questa sostanza, ti invito a dare un'occhiata alla pagina Wikipedia.

Qui ci limiteremo ad analizzarne gli aspetti puramente pratici.

Le cause che determinano una carenza di questa sostanza sono piuttosto variegate e, salvo patologie particolari e piuttosto rare, (che ti consiglio comunque di valutare con l'aiuto del tuo medico), possono essere racchiuse in quello che viene definito uno stile di vita errato.

Se ci fai caso, infatti, troviamo ad esempio alcune carenze nutrizionali (la serotonina, se non lo sapessi, è sintetizzata a partire dal triptofano, una sostanza contenuta in alcuni cibi), una mancanza di attività fisica, insufficiente esposizione alla luce solare, stress, fumo e alcol.

Insomma, le classiche cose che sono a monte della maggior parte delle patologie "moderne".

E poiché è difficile, al giorno d'oggi, seguire uno stile di vita perfettamente sano, è facile supporre che un po' tutti siamo a rischio.

Ma come capire se effettivamente soffri di una carenza di serotonina?

Qua iniziano i primi problemi.

Sebbene esista una specifica analisi del sangue per dosare la serotonina, questa quasi mai fornisce un valore utile.

Salvo rari casi, infatti, la carenza di serotonina si manifesta nei meccanismi che le permettono di arrivare al cervello.

Per questo motivo, per determinare una possibile carenza di serotonina si preferisce osservare i sintomi, che possono essere: sensazione di tristezza o pensieri negativi, umore depresso, ansia, insonnia, mal di testa o aumento di peso (sovrappeso e obesità).

Ma anche qui, si tratta di sintomi abbastanza generici e aspecifici.

Eppure, la soluzione che viene proposta è invece abbastanza netta...

Farmaci per la serotonina: occhio a quello che fai...

Se la causa dell'eiaculazione precoce è una carenza della serotonina, basta inventare un farmaco che agisca su questa.

Semplice, vero?

In teoria si, in pratica no.

Ma facciamo un passo indietro.

I farmaci che agiscono su questa sostanza sono gli SSRI, gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina.

Anche qui, se vuoi approfondire l'argomento in modo più tecnico, ​puoi consultare la pagina di Wikipedia.

Ma che tipi di farmaci sono questi? Detta in modo molto semplice, gli antidepressivi.

Sì, hai capito bene: se intendi curare l'eiaculazione precoce con dei farmaci, probabilmente ti verranno proposti degli antidepressivi.

Le tipologie di farmaci più diffusi per questo disturbo le puoi cercare da solo, io mi limito a dirti che, oltre ad agire sulla serotonina (e da questo punto di vista funzionano assolutamente), hanno una serie innumerevole di effetti collaterali, più o meno gravi.

Tra i quali, e qui mi viene da sorridere, problemi di erezione e del desiderio sessuale!

Già questo basta, dal mio punto di vista, per dubitare seriamente di questa soluzione.

Ma non è finita...

Vabbè - dirai - magari nel mio caso non ho tutti questi effetti collaterali, e intanto risolvo il problema.

Anche qui, cattive notizie.

La verità è che l'eiaculazione precoce è dovuta solo in rari casi a una carenza di serotonina.

Se dai un'occhiata a quest'articolo sulle cause dell'eiaculazione precoce, vedrai che le cause, molto spesso, sono tutt'altre.

Quindi c'è il rischio concreto che, oltre a subire tutti gli effetti collaterali degli psicofarmaci, tu non riesca a risolvere il problema.

Il mio consiglio è quindi quello di valutare attentamente queste soluzioni, affidandoti a uno specialista serio e scrupoloso.

Anche perché è possibile aumentare la serotonina (cosa che male non fa, e vale per tutti) in modo molto meno invasivo...

Come aumentare la serotonina in modo naturale

Come abbiamo visto, quasi sempre la carenza di serotonina è dovuta a uno stile di vita scorretto.

Valgono, quindi, i soliti consigli: mangia cibi sani, esponiti il più possibile alla luce del sole e pratica un'attività fisica intensa e regolare.

Dal mio punto di vista, concentrati soprattutto su quest'ultimo aspetto.

L'attività fisica, soprattutto quella molto intensa (i pesi, per capirci) è una dei più potenti antidepressivi.

Praticarla regolarmente può aiutarti non solo ad aumentare la serotonina, ma anche a regolare meglio l'ansia (che è un altro dei meccanismi responsabili dell'eiaculazione precoce, e a mio modo di vedere molto più importante rispetto alla carenza di serotonina).

​Esistono, inoltre, alcuni integratori e rimedi naturali che hanno qualche effetto sulla serotonina.

Si tratta comunque di effetti modesti (e ovviamente inferiori ai farmaci), quindi valuta tu se possono fare al caso tuo.

Quello che conta, se vuoi risolvere alla radice il problema dell'eiaculazione precoce, è concentrarti su un metodo completo.

Oltre la serotonina, quello che devi sapere

Abbiamo visto che la carenza di serotonina è solo una delle possibili cause dell'eiaculazione precoce.

Oltretutto, è una delle più rare.

Abbiamo visto, inoltre, che i rimedi convenzionali proposti sono molto spesso una scelta rischiosa.

Cosa fare, quindi, per risolvere una volte per tutte il problema?

Nel mio caso ha funzionato un approccio globale al problema, che mi ha portato a individuare le reali cause che mi impedivano di durare tanto a letto (e non erano la carenza di serotonina...) e, attraverso alcuni esercizi, a sconfiggere in modo definitivo il problema.

Se desideri saperne di più sulla mia storia e su questo metodo, ti consiglio di scaricare il mio ebook gratuito I 5 pilastri per sconfiggere l'eiaculazione precoce, in cui entro più nel dettaglio sull'argomento e ti fornisco i primi consigli pratici tratti dalla mia esperienza.

Per riceverlo, compila il modulo sottostante e... buon ascolto!

I 5 pilastri per sconfiggere l'eiaculazione precoce cover

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail per ricevere GRATUITAMENTE l'ebook

Clicca qui per lasciare un commento... 0 commenti

Scrivi qui il tuo commento: