Le 5 cause dell'eiaculazione precoce che nessuno ti dirà

eiaculazione precoce cause

Lo sapevi che, a differenza di quanto si dice in giro, l'eiaculazione precoce è un problema al 100% normale e naturale per l'uomo?

E ti dirò di più: il fatto che sia del tutto naturale è proprio una delle cause più importanti da tenere in considerazione quando si va ad analizzare la propria situazione.

Fermati, so già a cosa stai pensando: ma se è davvero un problema naturale, questo significa che devo rassegnarmi ad una vita da eiaculatore precoce, e sarò per sempre incapace di soddisfare la mia donna?

Tranquillo, non funziona così.

Quello che ti voglio far capire è che per risolvere veramente l'eiaculazione precoce e durare di più a letto è necessario conoscere bene la natura di questo problema, ed essere disposti anche a scontrarsi con quelle che sono le opinioni comuni.

D'altronde, perché mai dovresti credere a quello che viene detto in giro? Se tutto quello che si sente fosse vero, perché allora l'eiaculazione precoce è un problema così diffuso? Non dovrebbe essere facile rimediarvi?

La realtà è che si sa ben poco di questo problema, a partire dai cosiddetti esperti che propongono soluzioni di tutti i tipi.

In questo articolo ti voglio parlare delle 5 vere cause dell'eiaculazione precoce: conoscere l'origine del proprio problema è il primo passo per sconfiggerlo una volta per tutte.

Alla fine di questo articolo ti prometto che sarai in grado di individuare la causa più probabile per la tua situazione, dunque iniziamo con la prima...

Causa n. 1: l'obiettivo della procreazione

Come ti dicevo all'inizio dell'articolo, l'eiaculazione precoce è un problema al 100% normale e naturale per l'uomo.

Ma perché?

Come approfondisco meglio in questo articolo sull'eiaculazione l'attività sessuale per tutti gli esseri viventi ha un fine, che non è quello di provare piacere.

L'obiettivo del sesso è uno e uno solo: procreare.

Lo sapevi ad esempio che rispetto agli altri mammiferi l'essere umano a letto dura tantissimo?

La media per l'essere umano è di 2-6 minuti, mentre per gli altri mammiferi è di appena 3-15 secondi dall'inizio della penetrazione!

Ed è proprio per questo motivo che l'eiaculazione precoce non può essere considerata una vera e propria patologia: è così che la natura ha deciso, che l'uomo arrivi più in fretta all'orgasmo rispetto alla donna, in modo tale da favorire la procreazione.

L'eiaculazione precoce, inoltre, non è mai stata un problema: è solo da un secolo a questa parte che, a causa del raggiungimento di pieni diritti da parte della donna, viene sentita come un disagio da parte degli uomini.

Se soffri di eiaculazione precoce, quindi, ho due notizie per te.

La prima è che molto probabilmente il tuo caso di eiaculazione precoce è assolutamente normale, come abbiamo visto.

La seconda è che se imparerai ad utilizzare le tecniche che insegno sarai in grado di sfruttare a tuo vantaggio questo "difetto" che la natura ci ha donato.

Ma per il momento passiamo alla causa n. 2...

Causa n. 2: l'attività del sistema nervoso

Anche in questo caso ci sono una buona ed una cattiva notizia per te.

La buona notizia è che se soffri di eiaculazione precoce, molto probabilmente non avrai mai problemi relativi all'erezione.

La cattiva notizia è che se non hai mai sofferto di problemi di erezione, allora molto probabilmente sei predisposto a durare poco a letto.

Ti ci riconosci in questo?

Devi sapere infatti che l'erezione e l'eiaculazione sono due attività gestite entrambe dal sistema nervoso, ma in contrapposizione.

Senza addentrarci nei dettagli, funziona più o meno così: se il tuo sistema nervoso funziona bene, allora avrai una buona erezione ma una rispettiva eiaculazione precoce; viceversa, se funziona male, avrai problemi di erezione ma non di eiaculazione precoce.

A differenza di quello che si sente dire in giro, problemi di erezione ed eiaculazione precoce non vanno quasi mai a braccetto.

Non a caso molte delle tecniche per ritardare l'eiaculazione hanno in qualche modo a che fare proprio con il controllo del sistema nervoso, non noti?

Vediamo ora una situazione un po' più pratica...

Causa n. 3: cattive abitudini sessuali

Se le prime due cause sono frequentissime e presenti praticamente nel 99% dei casi di eiaculazione precoce, con questa e le successive due entriamo in un campo un po' più specifico.

Leggi quindi con attenzione, dovresti riconoscerti in una o più di queste situazioni...

Come detto, non siamo portati per durare granché a letto.

In più, diciamolo, il sesso ci piace e ci dà delle sensazioni fantastiche.

Quello a cui siamo spinti sin da adolescenti, quindi, non è cercare di durare il più a lungo possibile, bensì il contrario: cercare di raggiungere il piacere il più in fretta possibile.

Vuoi un esempio? La masturbazione.

La masturbazione viene spesso elevata a rimedio contro l'eiaculazione precoce: il che è vero, a patto che sia fatta in un certo modo.

Pensa invece ad un adolescente che inizia a scoprire la masturbazione: nel 99% dei casi cercherà di raggiungere il piacere il più in fretta possibile, anche magari per non essere scoperto dai genitori.

Da grande diventerà un eiaculatore precoce, garantito.

Oltre alla masturbazione ci sono tutta una serie di cattive abitudini sessuali, te ne elenco alcune: utilizzo errato della mente, cattiva respirazione, approccio sbagliato all'erotismo, ecc.

Purtroppo queste cattive abitudini sono facili da assumere (tutti ne abbiamo almeno una), ma assai difficili da debellare, se non si conoscono le giuste tecniche.

Vediamo ora la causa n. 4, quella più gettonata dai medici...

Causa n. 4: carenza di serotonina

La carenza di serotonina è una delle cause dell'eiaculazione precoce di cui più si parla a sproposito.

La serotonina, come approfondisco in questo articolo sul ruolo della serotonina nell'eiaculazione precoce, è un neurotrasmettitore molto importante che, tra le varie capacità, ha anche quella di ritardare l'orgasmo e quindi l'eiaculazione.

La carenza di serotonina è una condizione piuttosto seria, ma fortunatamente rara.

Rispetto alle tre cause viste in precedenza (che coprono un buon 95% dei casi di eiaculazione precoce), la carenza di serotonina è abbastanza rara, e riguarda più che altro i casi di eiaculazione precoce gravi.

Se soffri di carenza di serotonina è bene che ti affidi ad un medico, perché si tratta di una condizione seria ed in casi come questi ben poco possono fare le varie tecniche ed esercizi.

Visto però che la cura è quasi sempre a base di antidepressivi (che, diciamocelo, caramelline proprio non sono), a meno che non soffri di altri disturbi, come ad esempio l'ansia o la depressione, il mio consiglio è comunque quello di provare prima con gli esercizi che suggerisco.

Male non fanno, e potrebbero evitarti tutta una serie di effetti collaterali che, invece, questi farmaci hanno.

Vediamo ora la causa n. 5, questa ancora più rara...

Causa n. 5: altre patologie

In casi molto rari l'eiaculazione precoce è dovuta ad altre patologie.

Ad esempio potrebbe essere dovuta a problemi a carico dell'apparato riproduttore, così come a disturbi neurologici.

In questi casi la visita presso una specialista è d'obbligo, trattandosi di situazioni che possono essere risolte solo da un medico.

Ma tranquillo, si tratta di casi molto rari...

E tu, in quale delle 5 cause ti riconosci?

Siamo arrivati alla fine di questo articolo, e a questo punto dovresti essere in grado di riconoscerti in almeno una delle situazioni che ti ho descritto in precedenza.

Le cause n. 1 e n. 2 sono valide praticamente per tutti, dunque è molto probabile che tu ti ci riconosca, almeno in parte.

Così come la causa n. 3, a cui ti invito a prestare molta attenzione, pensando a quali tuoi comportamenti potrebbero averti indotto ad assumere atteggiamenti sessuali errati, che spingono dritti dritti all'eiaculazione precoce.

Questo ti potrebbe anche aiutare, se sei molto giovane, ad evitare il verificarsi dell'eiaculazione precoce, come spiego in questo articolo su come prevenire l'eiaculazione precoce.

Infine non vanno trascurate le cause n. 4 e n. 5, da tenere sempre in considerazione, soprattutto se non ti riconosci in nessuna delle cause precedenti o se i rimedi finora attuati (a patto che siano validi) non hanno funzionato.

Se ti è chiaro qual è la tua situazione, e se ti riconosci nei casi n. 1, 2 e 3, allora è il momento di passare all'azione.

Compila il modulo qui sotto e accedi subito al mio ebook gratuito I 5 pilastri per sconfiggere l'eiaculazione precoce, in cui in base alle cause dell'eiaculazione precoce riscontrate nel tuo caso ti consiglierò le migliori strategie da attuare!

I 5 pilastri per sconfiggere l'eiaculazione precoce cover

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail per ricevere GRATUITAMENTE l'ebook

Clicca qui per lasciare un commento... 0 commenti

Scrivi qui il tuo commento: